Roboto Flex, il nuovo font di Google adattabile e flessibile

L’ultima novità dal team di Google Fonts si chiama Roboto Flex, che come suggerisce il nome riprende il lo storico font rendendolo flessibile e adatto a diversi usi.

Si tratta quindi di un carattere variabile che si distingue per la vasta gamma di pesi e larghezze. Lo scopo del Font Bureau del colosso digitale di Mountain View è quello di rendere Roboto “super scalabile, adattabile, personalizzabile e ottimizzabile”.

Apparentemente non ci sono grosse diversità visive rispetto a Roboto Sans. A detta di David Berlow, ciò che differenzia davvero la nuova “versione flex” è la sua elasticità rispetto al ridimensionamento, l’adattabilità e la reattività di questo font nel passaggio da un dispositivo all’altro.

A beneficiare della sua flessibilità saranno principalmente i graphic designer, in quanto Roboto Flex consente di avere un alto potere di controllo sulla progettazione e un aiuto decisivo nel risolvere ogni tipo di sfida tipografica.

Si tratta ovviamente di un carattere open source disponibile già in latino, greco e cirillico su Google Fonts.

Leggi anche...
Le Fonti TV - Marketing
Imprese d'Eccellenza
Non sono state trovate imprese
Le Fonti Awards 2021
Non sono state trovate riviste
Libro D’Oro 2020
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Rimani aggiornato
I più recenti
ChatGPT per la SEO, come scrivere articoli ottimizzati con l’intelligenza artificiale
Network marketing, cos’è e perché sta crescendo
Come cambia il marketing in tempo di crisi?
Brand e marketing relazionale, strategie per il successo

ACCESSO NEGATO

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito marketing.